Che cosa è il tremore?

Il tremore è uno dei sintomi neurologici più frequenti e importanti e si può manifestare in una grande varietà di condizioni, sia patologiche che non. Può essere definito come un movimento non volontario, ritmico e ripetitivo di una parte del corpo che inizia ad oscillare sul proprio asse. Le oscillazioni possono essere sia molto ampie che piccole, sia rapide che lente.  

In quali parti del corpo si può manifestare il tremore?

Il tremore si può manifestare potenzialmente in qualsiasi parte del corpo. Possono essere tipicamente coinvolti gli arti (mani, braccia, gambe) ma anche la testa, il mento, la voce,  il busto etc. 

Esiste solo un tipo di tremore?

No, esistono tipi diversi di tremore. I tipi più importati e frequenti sono:

• Il tremore a riposo: è un tremore che si manifesta quando la parte del corpo interessata è mantenuta ferma e rilassata (per esempio le mani appoggiate in grembo stando seduti davanti alla televisione) e tende a ridursi fino a scomparire se la parte del corpo è volontariamente messa in movimento. 

Il tremore d’azione o intenzionale: l’esatto contrario del precedente. Compare se la parte del corpo è messa in movimento (per esempio la mano inizia a tremore se prendo una tazzina per il manico e la porto alla bocca o se impugno la penna per scrivere) ma resta ferma se lasciata rilassata.

• Il tremore posturale: compare durante il mantenimento immobile di particolari posizioni (per esempio reggendo davanti a sé un giornale per leggere).

A quali condizioni si può associare il tremore?

Il tremore non è necessariamente il sintomo di una malattia: per esempio capita frequentemente che si manifesti un tremore dopo un intenso sforzo fisico.  

In alcuni casi il tremore può essere ricondotto ad alterazioni ormonali (per esempio tiroidee) o all’utilizzo di alcuni farmaci, si può riscontrare inoltre in corso di varie malattie neurologiche tra cui Malattia di Parkinson e disturbi correlati, Sclerosi Multipla,  Ictus cerebrale ischemico, Emorragia cerebrale.

Cosa devo fare se manifesto un tremore?

La prima cosa importante per un corretto inquadramento di un tremore è una valutazione medica specialistica da parte di un Neurologo. Se il tremore è insorto recentemente e prima non si era mai presentato o si è rapidamente modificato nelle sue caratteristiche rispetto al passato, la valutazione medica dovrebbe avere carattere di urgenza. Sarà poi il medico ad indicare gli ulteriori accertamenti eventualmente necessari per comprendere l’origine del tremore. Spesso è sufficiente semplicemente la visita, in altri casi possono essere necessari esami del sangue o strumentali. 

Come si cura il tremore?

Esistono moltissimi approcci possibili per la cura del tremore che vanno da interventi sullo stile di vita e l’alimentazione, all’attività fisica, alla terapia farmacologica e alla neuromodulazione (Stimolazione Transceanica a Corrente Diretta, tDCS). 

Tali approcci possono essere integrati fra di loro al fine di offrire un trattamento personalizzato. 

A questo scopo sarà essenziale una diagnosi di precisione formulata dallo specialista neurologo, che potrà avvalersi della collaborazione di altre figure professionali come, per esempio, il neuropsicologo. 

Bibliografia

Louis ED. Diagnosis and Management of Tremor. Continuum (Minneap Minn). 2016

Aug;22(4 Movement Disorders):1143-58. doi: 10.1212/CON.0000000000000346. Review. PubMed PMID: 2749520

Bhatia KP, et al. Consensus Statement on the classification of tremors. from the task force on tremor of the International Parkinson and Movement Disorder Society. Mov Disord. 2018 Jan;33(1):75-87. doi: 10.1002/mds.27121. Epub 2017 Nov 30. Review. PubMed PMID: 29193359; PubMed Central PMCID: PMC6530552

Shanker V. Essential tremor: diagnosis and management. BMJ. 2019 Aug 5;366:l4485. doi: 10.1136/bmj.l4485. Review. PubMed PMID: 31383632.

Crawford P, Zimmerman EE. Differentiation and diagnosis of tremor. Am Fam Physician. 2011 Mar 15;83(6):697-702. Review. PubMed PMID: 21404980.

Brittain JS, Cagnan H. Recent Trends in the Use of Electrical Neuromodulation in Parkinson’s Disease. Curr Behav Neurosci Rep. 2018;5(2):170-178. doi:10.1007/s40473-018-0154-9. Epub 2018 Apr 24. Review. PubMed PMID: 29862163; PubMed Central PMCID: PMC5962624.